VIDEOTERMINALI: COME PROTEGGERE I NOSTRI OCCHI

I nostri occhi sono preziosi, è fondamentale proteggerli mentre lavoriamo ai videoterminali. Entriamo nel dettaglio.
 
VIDEOTERMINALI:  DI COSA PARLIAMO?
 
Definizione di legge:
Si intende per videoterminale: “uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato”;
Si intende per posto di lavoro: “l'insieme che comprende le attrezzature munite di videoterminale, eventualmente con tastiera ovvero altro sistema di immissione dati, incluso il mouse, il software per l'interfaccia uomo-macchina, gli accessori opzionali, le apparecchiature connesse, comprendenti l'unità a dischi, il telefono, il modem, la stampante, il supporto per i documenti, la sedia, il piano di lavoro, nonché l'ambiente di lavoro immediatamente circostante;
Si intende per lavoratore: “il lavoratore che utilizza un'attrezzatura munita di videoterminali, in modo sistematico o abituale, per almeno venti ore settimanali."
 
Quali sono gli effetti legati al prolungato utilizzo dei videoterminali?
Numerosi studi hanno confermato l'utilizzo costante del videoterminali può causare:
 
Disturbi visivi:
Astenopia: comunemente conosciuta come fatica visiva, è causata dall’eccessivo sforzo dei muscoli oculari richiesto dall’azione di fissare a lungo uno stesso punto. Può provocare una serie di sintomi quali:
 
bruciore agli occhi;
ammiccamento frequente;
lacrimazione;
fastidio alla luce;
visione annebbiata/sdoppiata;
stanchezza alla lettura;
emicrania.
 
Fortunatamente questo disturbo è in genere reversibile con un adeguato riposo.
 
Disturbi muscolo-scheletrici:
La postura al videoterminale implica un lavoro muscolare statico che comporta una ridotta irrorazione sanguigna con conseguente fatica e dolore dei muscoli interessati. Questi sintomi, che in genere sono passeggeri, quando il lavoro statico viene ripetuto quotidianamente per lunghi periodi, possono dar luogo a vere    e proprie patologie che coinvolgono oltre ai muscoli anche i tendini e le articolazioni.
Le patologie più frequenti a carico dell’apparato muscolo scheletrico tra i lavoratori che utilizzano attrezzature munite di videoterminali sono:
Infiammazioni dei tendini della spalla.
Epicondilite laterale: comunemente chiamata “gomito del tennista” perché colpisce spesso gli sportivi, è un infiammazione dei tendini che vanno a gravare sul gomito.
Tendinite di polso e mano.
Sindrome del tunnel carpale: è una sindrome dolorosa che porta all'inabilità parziale o totale della mano ed è causata dall'infiammazione dei nervi a livello del tunnel carpale che è situato alla base del polso, in cui scorrono    i tendini e nervi che permettono alle dita di muoversi.
 
Fatica mentale e stress:
L’utilizzo dei videoterminali può determinare la comparsa di fatica mentale che comporta stanchezza, sensazione aspecifica di disagio e che può in casi estremi portare a situazioni di stress ed espressioni nevrotiche o psicotiche quali ansia e depressione.
Va sottolineato però che di norma, l’insorgenza di tali disturbi, è legata ad una cattiva organizzazione del lavoro. 
 
COSA RICHIEDE LA LEGGE PER TUTELARE IL LAVORATORE?
Riferimento normativo: D.lgs 81/08 Titolo VII e allegato XXXIV
 
Obblighi per il datore di lavoro: il datore di lavoro è obbligato ad effettuare la valutazione del rischio avendo particolare attenzione:
Ai rischi per la vista e per gli occhi;
Ai problemi legati alla postura e all’affaticamento fisico e mentale;
Alle condizioni ergonomiche e all’igiene ambientale.
In base ai rischi riscontati attraverso la valutazione, deve adottare le misure appropriate affinché il rischio possa essere eliminato o, ove questo non fosse possibile, ridotto al massimo.
 
Diritti del lavoratore: il lavoratore ha diritto ad effettuare delle pause e ad interrompere l’attività al videoterminale, preferibilmente praticando attività lavorative che permettano di riposare la vista e muovere il corpo. Chi svolge la propria attività al computer per almeno 20 ore settimanali ha diritto ad una pausa di 15 minuti ogni 2 ore, salvo casi particolari in cui il medico competente stabilisce una frequenza diversa.
 
Sorveglianza sanitaria: il lavoratore ha l’obbligo di sottoporsi alla sorveglianza sanitaria, necessaria ad ottenere attraverso il giudizio del medico competente l’idoneità a svolgere il proprio lavoro. Le visite hanno una frequenza quinquennale per i lavoratori classificati come idonei, mentre per chi è stato classificato idoneo con prescrizioni o chi ha superato il cinquantesimo anno di età, la frequenza è biennale.
 
Informazione e formazione: il datore di lavoro deve informare e formare adeguatamente il lavoratore in particolare su:
Le misure di prevenzione che possono essere applicate al posto di lavoro in base alla valutazione del rischio effettuata;
Le modalità di svolgimento dell’attività;
La protezione degli occhi 
 
Requisiti  tecnici per l'utilizzo del videoterminale e della postazione di lavoro
 
Affinché sia possibile ridurre il rischi legati all’utilizzo dei videoterminali, è indispensabile che la postazione di lavoro abbia delle caratteristiche ergonomiche e cioè che sia progettata facendo in modo che le attrezzature di lavoro siano adattate alle esigenze del lavoratore che opera in quel determinato contesto. Pertanto è necessario che siano rispettati alcuni parametri:
 
Schermo
deve essere posto di fronte all’operatore, in modo che lo spigolo superiore sia posto leggermente più in basso rispetto all’altezza degli occhi per evitare l’affaticamento del tratto cervicale. Inoltre, la distanza tra gli occhi e lo schermo deve essere di 50/70 cm;
affinché ciò sia possibile deve essere regolabile in altezza, inclinazione e rotazione laterale;
la risoluzione deve garantire una buona definizione;
l’immagine sullo schermo deve essere stabile;
deve esserci la possibilità di regolare la luminosità e il contrasto affinché possa esserci compatibilità con la luminosità dell’ambiente.
 
Tastiera
deve essere inclinabile e separata dallo schermo affinché il lavoratore possa assumere la posizione più comoda per lui e non affaticare mani e braccia;
deve avere una superficie opaca per evitare riflessi;
i simboli dei tasti devono essere facilmente leggibili;
lo spazio davanti alla tastiera deve consentire all’operatore di appoggiare avambracci e mani;
va posizionata davanti allo schermo soprattutto se si trascorrono molte ore al computer.
 
 
Mouse
deve essere posto sullo stesso piano della tastiera e disporre di adeguato spazio per effettuare i movimenti richiesti dal suo utilizzo;
 
Sedia
deve essere stabile, comoda e permettere a chi la utilizza libertà nei movimenti;
lo schienale del sedile deve essere regolabile in altezza e inclinazione in maniera che possa essere adeguato in base alle caratteristiche del videoterminalista;
il piano delle sedia deve essere regolabile in altezza;
il piano della sedia e lo schienale devono poter essere regolati in maniera indipendente in modo da assicurare un buon appoggio dei piedi e il sostegno alla zona lombare;
i comandi per la regolazione del sedile devono essere facilmente raggiungibili e manovrabili.
lo schienale e la seduta devono avere bordi smussati ed essere i materiali di cui sono fatti devono essere permeabili e pulibili;
il sedile deve essere girevole per facilitare i cambi di posizione e permettere all’operatore di spostarsi in base alle necessità;
Per chi desidera far assumere una posizione corretta agli arti inferiori è bene utilizzare un poggiapiedi.
 
Tavolo di lavoro
la superficie del tavolo di lavoro deve essere di colore chiaro, possibilmente non bianco e comunque non riflettente e sufficientemente ampia affinché ci sia abbastanza spazio per la disposizione di materiali e attrezzature da utilizzare e per l’appoggio degli avambracci davanti alla tastiera durante la digitazione;
il tavolo di lavoro deve essere stabile e avere un’altezza fissa o regolabile compresa tra i 70 e gli 80 cm. Lo spazio deve permettere alloggiamento e movimento degli arti inferiori e l’ingresso del sedile (e dei braccioli qualora fossero presenti).
 
Illuminazione
E’ importante che non vi siano riflessi sullo schermo per cui è opportuno evitare di sistemare la postazione al videoterminale avendo alle spalle una finestra o frontalmente per evitare fenomeni di abbagliamento;
È bene che le finestre siano poste solo lateralmente rispetto alla postazione al videoterminale, e che siano dotate di buoni schermi (tende, tapparelle);
Le lampade da tavolo devono garantire illuminazione sufficiente e contrasto appropriato tra schermo e ambiente circostante, considerando anche le esigenze visive del lavoratore;
Le lampade a soffitto devono essere il più possibile fuori dal campo visivo del lavoratore.
 
Computer portatili
L’impiego prolungato di computer portatili necessità della fornitura di una tastiera e di mouse o altri dispositivi di puntamento esterni e di un ulteriore supporto che permetta di rialzare lo schermo ad un altezza corretta.
 

Share

leggi tutte le news

rss

Stretto di Messina: il ponte che non si è mai fatto è costato già 1,2 miliardi

L’economia italiana va molto meglio del previsto: è solo il «rimbalzo» del Covid o c’è una crescita reale?

Perché la prevenzione  in Italia è solo un sogno

Arrivabene: «Lì tutti esperti a fare i trucchetti». I pm: Elkann e Agnelli sapevano

Iran, cosa sta succedendo? «L’abolizione della polizia morale è una riforma finta, non basterà»

140. Lasciare tracce

«Gérard Depardieu mi svelò l’amore tra la nonna materna e suo nonno paterno»

Rita Rusic: «Capii che Vittorio Cecchi Gori voleva annientarmi. Il mio fidanzato? Ha 32 anni»

Mbappé nasconde lo sponsor Budweiser: ecco perché (solo lui) non lo mostra mai

Nagatomo, prima di Giappone-Croazia parla in italiano: «Coraggio»

Saldo Imu 2022, scadenza a metà dicembre: guida per pagare il giusto, senza errori

Come risparmiare gas in casa: menù unico, pentole a pressione e rame, le 20 regole

Terzo Valico, con il nuovo tunnel di Genova superato l’82% degli scavi: ecco cosa cambierà

Sda Bocconi quarta in Europa nella classifica delle business school

Vodafone, chi è la romana Margherita Della Valle che guida il gruppo dei telefoni

Com’è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Solenghi e Lopez imitano Mattarella e Berlusconi a «Che Tempo Che Fa»

Kate e William a Boston: lei splendida in abito verde a spalle scoperte (e con la collana di Diana)

Un'enorme valanga verso il villaggio: le immagini dall’India

Da Rotterdam ad Amsterdam in barca: il video in timelapse è spettacolare

Tromba d'aria a Isola Capo Rizzuto, danni e famiglie sfollate

Perché non fare colazione  è un errore (non solo  per i ragazzi) e come farla  

Perché accarezzare gli animali ci fa bene (anche quando la «relazione»  si interrompe)

Eredità, dispetti (e l’amico Clinton): scoppia la faida per  i 600 milioni dei Rothschild

La star Nba Dwyane Wade e l’ex moglie Siohvaughn Funches: scontro legale sulla figlia transgender

Maremoto a Stromboli, un’onda anomala di un metro e mezzo fa scattare l’allarme sull’isola

Morto Dominique Lapierre, l’autore de «La città della gioia»

Florida: mostra il distintivo a un agente per evitare una multa, sospesa la capa della polizia

Jury Chechi: «L’allenamento calistenico è il mio segreto contro il decadimento, temo di invecchiare»

«Sono sola da due anni: arriverà mai la persona in grado di stravolgermi la vita?»

Perché Djokovic, lucido e freddo ha conquistato anche gli italiani

I cantanti del Festival di Sanremo 2023, dagli Articolo 31 e Paola e Chiara a Ultimo e Mengoni: chi sono

Fagnani (che va a Sanremo), Jovanotti, Amadeus, De Filippi: «Viva Rai2!» di Fiorello sembra una prima serata

Stefano Bollani compie 50 anni: ha iniziato a suonare quando ne aveva 6, la lettera a Carosone, 8 segreti

Rudy Zerbi, 4 figli da 3 donne diverse e la scoperta a 30 anni del suo padre naturale (Davide Mengacci)

Il migliore panettone d’Italia 2022 è di Sal De Riso

Francesca Cipriani ha sposato l’arredatore Alessandro Rossi. Ma Signorini ha dato buca come testimone

Enogastronomia tra tecnologia e tradizione: chef Berton e Cristina Nonino nel podcast «Tech.Emotion»

Santo Versace: «Ero morto insieme a Gianni. Mia moglie Francesca mi ha salvato»

«Regala una speranza anche agli animali»: l’iniziativa di Leidaa per i nostri amici abbandonati

“Il sorpasso”, il capolavoro di Dino Risi con Vittorio Gassman compie 60 anni

I giovani applaudono Boris Godunov«La cultura non va mai censurata»

«House of Gucci», la moda vista tra stereotipi e soap opera

Chilly Gonzales, il pianista-rapper che fa concerti in vestaglia e pantofole

Steven Spielberg: «Tutto su di noi». Dietro “The Fabelmans” una famiglia di artisti

Il mondo le vuole (e ci vuole tutte) magre e senza età

Gruber: «Giorgia Meloni orgogliosa della sua manovra. Noi che lei abbia capito l’Europa»

La prima della Scala. Riccardo Chailly: «Portiamo in scena la vertigine del potere ma Putin non c’entra»

Regione Sicilia, scontro in Forza Italia. Miccichè a Falcone: «Imbroglione». Schifani: «Momenti imbarazzanti»

Giorgia Meloni: «Meraki è la nostra parola d’ordine». Cosa significa

Schifani (FI): «Attenti all’autonomia. Zaia? Io sono vicino a Emiliano e De Luca»

Il sondaggio: Fratelli d’Italia sale al 31,4%, Lega al 7,3%. M5S supera il Pd, il Terzo polo raggiunge Forza Italia

Addio, Iowa: i democratici votano per cominciare le primarie dal South Carolina

Snowden giura fedeltà a Mosca e ottiene il passaporto russo

Demolita la casa di Elnaz Rekabi, l’atleta iraniana di arrampicata che aveva gareggiato senza velo a Seul

William vede Biden e lo ringrazia per esser volato a Londra per la regina

Perché Sterling non ha giocato Inghilterra-Senegal: rapina a mano armata nella sua casa nel Surrey

Adriano, divorzio dopo 24 giorni per vedere il Brasile al Mondiale (e 2 notti lontano da Micaela)

Julian Alvarez, Spiderman, il Kangoo, la fidanzata insegnante: chi è la nuova stella argentina

Ronaldo, in Portogallo i tifosi lo scaricano: meglio in panchina

«Dieta invertita»: ecco il segreto del fisico asciutto del calciatore Robert Lewandowski

Insulti al ristorante a una coppia che chiede di cambiar tavolo per allontanarsi da un bambino che piange

Franco Berrino: «Ecco i cibi vegetali che modificano in meglio il nostro DNA»

Pasticcerie Gambero Rosso 2023: quali sono le migliori d’Italia

Mattarella: «Volontariato risorsa preziosa per le istituzioni»

A tavola con 3mila bambini: così il pasto sicuro dà valore alla scuola

Dal recupero dell’ex manicomio al centro servizi per fragili: è tempo di rilancio del sociale

Ma che freddo fa? Tra cibo, creme e abbigliamento: ecco come difendersi

Alle medie in Puglia si insegna la lingua dei segni. A tutti

Valditara: «Un’ora alla settimana di orientamento». A scuola un orario colabrodo

Scuola, iscrizioni 2023-24 al via il 9 gennaio. Cosa c’è da sapere

Eduscopio 2022, la classifica delle scuole superiori. Da Milano a Roma, da Torino a Napoli

Perché l’allenamento ad alta intensità fa passare la fame

Morta Bianchina, il cane mascotte del centro storico a Mazara del Vallo: le verrà dedicato il rifugio sanitario

Alla scoperta dei cavalli del parco dell’Aveto, tra gli ultimi «selvaggi» d’Italia

Il commercio illegale di tigri non conosce ostacoli: oltre 150 esemplari catturati e venduti ogni anno

Più gatti, più belli: la nuova vita di Rosanna Lambertucci. «Mi sono innamorata dei felini, ora aiuto i più sfortunati»

Lancia Ypsilon diventa un crossover: elettrica e a benzina, tutto quello che sappiamo sul nuovo modello

Car of the Year 2023, ecco le sette finaliste come auto dell’anno: c’è anche la Jeep Avenger

Lamborghini Huracán Sterrato, tutte le novità della supercar per strada e fuoristrada

Toyota Coupé «travestita» da Ferrari fermata dalla Guardia di Finanza. Denunciato il proprietario. Il video

Classifica di Qualità de «la Lettura», Paolo Giordano è il re del 2022

Un secolo fa l’Istituto di cultura. Il primato italiano di Praga

Cinema, romanzi, mistero: a Milano è «Noir in Festival»

Le «regole» del pianista Campanella. Il focus nell’App de «la Lettura» (e la Classifica di Qualità)

Pagamenti a rate: una scelta sempre più diffusa che nasconde alcune insidie

Pannelli fotovoltaici: incentivi, agevolazioni fiscali e costi (imprevisti)

Investire nel 2023: torna il rendimento sui bond, azioni in rialzo solo a fine anno

newsletter
Azienda

Email

il risultato di 6 + 4 in lettere *


area riservata
Dove Siamo

Altamura (BA) 70022 Via Cufra, 45/D
tel. 080.3149359
cell. 3476284777
fax 080.2143453

Tricarico (MT) 75019 Via Aldo Moro n. 4
tel. 0835.724111
info@securproject.net
P.IVA 06823550725

privacy policy e cookies

Accreditamenti


Certificazione

Crediti

web site by 01Rabbit
design by Michele Cignarale