COVID-19 e sicurezza: quali misure applicare nel settore del turismo?

Malgrado le difficoltà correlate al perdurare della pandemia e dell’emergenza COVID-19 si avvicinano sempre di più i mesi più “caldi” per il turismo. E per favorire spostamenti “sicuri”, in attesa che sia attivo anche il cosiddetto “green pass” europeo, sono previsti “green pass” italiani che probabilmente saranno come le “certificazioni verdi Covid-19” previste dal cosiddetto “decreto riaperture”, il decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52 recante “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19”. Queste certificazioni comprovano lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o la guarigione dall’infezione o l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo.

Al di là di queste certificazioni ci sono indicazioni per le strutture (alberghi, stabilimenti balneari, rifugi, ostelli, campeggi, …) per la gestione della pandemia e per la sicurezza degli ospiti e dei lavoratori?

Per raccogliere qualche informazione, al di là di quanto già  indicato dai vari protocolli condivisi sulle misure di contenimento nei luoghi di lavoro, possiamo fare riferimento all’ultima versione (28 aprile 2021) delle " Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali" della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Linee guida che potranno “essere rimodulate, anche in senso più restrittivo” in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico. E che indicano che “allo stato attuale” il possesso e la presentazione di certificazioni vaccinali comunque non sostituiscono “il rispetto delle misure di prevenzione e contrasto della diffusione del contagio quali ad esempio il distanziamento interpersonale, l’utilizzo della mascherina, l’igienizzazione della mani e delle superfici”.

Avendo già ricordato le novità della linea guida riguardo alla ristorazione e ai luoghi della cultura, ci soffermiamo sulla scheda relativa alle “attività turistiche e ricettive”:

Linee guida: indicazioni per le spiagge e gli stabilimenti balneari

Ci soffermiamo innanzitutto sulle indicazioni per le spiagge e gli stabilimenti balneari, ricordando che su questo tema è stato pubblicato anche nel 2020 il “ Documento tecnico sull’analisi di rischio e le misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nelle attività ricreative di balneazione e in spiaggia”

 Quanto contenuto nella scheda della Conferenza delle Regioni si applica “agli stabilimenti balneari, alle spiagge attrezzate e alle spiagge libere e vanno integrate, in funzione dello specifico contesto, con quelle relative alle piscine per l’attività natatoria e ai servizi di ristorazione, ove presenti”.

Le indicazioni:

  • “Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità. Si promuove, a tal proposito, l’accompagnamento all’ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente preparato (steward di spiaggia) che illustri ai clienti le misure di prevenzione da rispettare.
  • Rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti dello stabilimento.
  • Privilegiare l’accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C.
  • La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione prodotti igienizzanti per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione.
  • Riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.
  • Favorire, per quanto possibile, l’ampliamento delle zone d’ombra per prevenire gli assembramenti, soprattutto durante le ore più calde.
  • Assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 m2 per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo).
  • Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1 m.
  • Regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, etc., comunque assicurata dopo la chiusura dell’impianto.
  • Le attrezzature come ad es. lettini, sedie a sdraio, ombrelloni etc. vanno disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo familiare, e in ogni caso ad ogni fine giornata”.

 Per quanto riguarda le spiagge libere, si ribadisce, come già riportato nelle prime versioni delle linee guida, “l’importanza dell’informazione e della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione. Al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra le persone e gli interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti si suggerisce la presenza di un addetto alla sorveglianza. Anche il posizionamento degli ombrelloni dovrà rispettare le indicazioni” riportate sopra.

 Il documento si sofferma poi sui giochi e sugli sport individuali e di squadra.

In particolare si indica che:

  • “È da vietare la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti.
  • Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf) possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale. Diversamente, per gli sport di squadra (es. beach-volley, beach-soccer) sarà necessario rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti”.

 Linee guida: le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere

Veniamo invece ad alcune indicazioni che si applicano alle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, agli alloggi in agriturismo e alle strutture turistico-ricettive all’aria aperta.

 Chiaramente queste indicazioni vanno poi integrate, in funzione dello specifico contesto, “con quelle relative a ristorazione, balneazione, piscine, palestre, strutture termali e centri benessere” (trattate in altre schede). E, con riferimento alla ristorazione, “si evidenzia in particolare la necessità di disporre i tavoli in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso (estendibile ad almeno 2 metri in caso di scenario epidemiologico ad alto rischio) e di almeno 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors)”.

 Queste le indicazioni di carattere generale per tutte le strutture ricettive:

  • “Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità, sia mediante l’ausilio di apposita segnaletica e cartellonistica e/o sistemi audio-video, sia ricorrendo a eventuale personale addetto, incaricato di monitorare e promuovere il rispetto delle misure di prevenzione facendo anche riferimento al senso di responsabilità del visitatore stesso.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C.
  • Promuovere e facilitare il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro (estendibile ad almeno 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio), e favorire la differenziazione dei percorsi all’interno delle strutture, con particolare attenzione alle zone di ingresso e uscita. Si suggerisce, a tal proposito, di affiggere dei cartelli informativi e/o di delimitare gli spazi (ad esempio, con adesivi da attaccare sul pavimento, palline, nastri segnapercorso, ecc.).
  • Il distanziamento interpersonale non si applica ai membri dello stesso gruppo familiare o di conviventi, né alle persone che occupano la medesima camera o lo stesso ambiente per il pernottamento, né alle persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggetti al distanziamento interpersonale (detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale).
  • La postazione dedicata alla reception e alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa, il personale dovrà indossare la mascherina in tutte le occasioni di contatto con gli utenti. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche e gestione delle prenotazioni online, con sistemi automatizzati di check-in e check-out ove possibile. Resta fermo l’obbligo di provvedere al riconoscimento dell’ospite in presenza, prima di effettuare la comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza.
  • Mantenere l’elenco dei soggetti alloggiati per un periodo di 14 giorni: tale adempimento si considera assolto con la notifica alloggiati all’autorità di pubblica sicurezza. In caso di utilizzo da parte dei soggetti alloggiati di servizi accessori (es. piscina, ristorante, centro benessere, etc.) non è necessario ripetere la registrazione.
  • L’addetto al servizio di ricevimento deve provvedere, alla fine di ogni turno di lavoro, a pulizia e disinfezione del piano di lavoro e delle attrezzature utilizzate.
  • Gli ospiti devono sempre indossare la mascherina nelle aree comuni chiuse. Negli ambienti comuni all’aperto, la mascherina deve essere indossata quando non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro, mentre il personale è tenuto sempre all’utilizzo della mascherina in presenza dei clienti e comunque in ogni circostanza in cui non sia possibile garantire la distanza interpersonale di almeno un metro.
  • È necessario rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani in varie postazioni all’interno della struttura, promuovendone l’utilizzo frequente da parte dei clienti e del personale. È consentita la messa a disposizione, possibilmente in più copie, di riviste, quotidiani e materiale informativo a favore dell’utenza per un uso comune, da consultare previa igienizzazione delle mani.
  • Ogni oggetto fornito in uso dalla struttura dovrà essere disinfettato prima della consegna all’ospite.
  • L’utilizzo degli ascensori dev’essere tale da consentire il rispetto della distanza interpersonale, pur con la mascherina, prevedendo eventuali deroghe in caso di componenti dello stesso nucleo familiare, conviventi e persone che occupano la stessa camera o lo stesso ambiente per il pernottamento, e per le persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggetti al distanziamento interpersonale (detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale)”.

 Il documento si sofferma anche sulle attività di pulizia/disinfezione e sui problemi connessi con il ricambio d’aria e gli impianti di condizionamento.

 È infatti importante “garantire la frequente pulizia e disinfezione di tutti gli ambienti e locali, con particolare attenzione alle aree comuni e alle superfici toccate con maggiore frequenza (corrimano, interruttori della luce, pulsanti degli ascensori, maniglie di porte e finestre, ecc.)”.

Bisogna poi “mantenere aperte, il più possibile, porte, finestre e vetrate al fine di favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni”.

Inoltre in ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, “dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria”.

 Linee guida: indicazioni per le strutture turistico-ricettive all’aria aperta

Riportiamo, infine, alcune indicazioni relative alle strutture turistico-ricettive all’aria aperta.

 Queste le indicazioni della Conferenza delle Regioni:

  • “Gli ospiti devono sempre utilizzare la mascherina nelle aree comuni chiuse (es. attività commerciali, spazi comuni, servizi igienici), e comunque sempre quando non sia possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro (ad eccezione degli appartenenti allo stesso nucleo familiare o dei soggetti che in ogni caso condividano gli ambienti per i pernottamenti). Durante l’attività fisica non è obbligatorio l’uso della mascherina.
  • mezzi mobili di pernottamento degli ospiti (es. tende, roulotte, camper) dovranno essere posizionati all’interno di piazzole delimitate, in modo tale da garantire il rispetto delle misure di distanziamento tra i vari equipaggi, comunque non inferiore a 3 metri tra i 2 ingressi delle unità abitative, qualora frontali. Il distanziamento di almeno 1,5 metri dovrà essere mantenuto anche nel caso di utilizzo di accessori o pertinenze (es. tavoli, sedie, lettini, sedie a sdraio).
  • Raccomandazione agli occupanti della piazzola di pulire e disinfettare gli arredi esterni oltre a quelli interni.
  • Per i servizi igienici ad uso comune, considerata la peculiarità degli stessi nel contesto di queste strutture, sono introdotti interventi di pulizia da effettuare almeno 2 volte al giorno. In ragione di una maggiore affluenza degli ospiti, nel caso di occupazione superiore al 70% delle piazzole sprovviste di servizi igienici presenti nella struttura (escludendo quindi case mobili, bungalow e piazzole con servizi privati), la pulizia e la disinfezione sarà effettuata almeno 3 volte al giorno.
  • L’intervento di manutentori/dipendenti negli appartamenti in presenza degli ospiti dovrà essere effettuato in modo da garantire il distanziamento sociale di almeno un metro”.

fonte: www.puntosicuro.it

Share

leggi tutte le news

rss

Stretto di Messina: il ponte che non si è mai fatto è costato già 1,2 miliardi

L’economia italiana va molto meglio del previsto: è solo il «rimbalzo» del Covid o c’è una crescita reale?

Perché la prevenzione  in Italia è solo un sogno

Arrivabene: «Lì tutti esperti a fare i trucchetti». I pm: Elkann e Agnelli sapevano

Iran, cosa sta succedendo? «L’abolizione della polizia morale è una riforma finta, non basterà»

140. Lasciare tracce

«Gérard Depardieu mi svelò l’amore tra la nonna materna e suo nonno paterno»

Rita Rusic: «Capii che Vittorio Cecchi Gori voleva annientarmi. Il mio fidanzato? Ha 32 anni»

Mbappé nasconde lo sponsor Budweiser: ecco perché (solo lui) non lo mostra mai

Nagatomo, prima di Giappone-Croazia parla in italiano: «Coraggio»

Saldo Imu 2022, scadenza a metà dicembre: guida per pagare il giusto, senza errori

Come risparmiare gas in casa: menù unico, pentole a pressione e rame, le 20 regole

Terzo Valico, con il nuovo tunnel di Genova superato l’82% degli scavi: ecco cosa cambierà

Sda Bocconi quarta in Europa nella classifica delle business school

Vodafone, chi è la romana Margherita Della Valle che guida il gruppo dei telefoni

Com’è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Solenghi e Lopez imitano Mattarella e Berlusconi a «Che Tempo Che Fa»

Kate e William a Boston: lei splendida in abito verde a spalle scoperte (e con la collana di Diana)

Un'enorme valanga verso il villaggio: le immagini dall’India

Da Rotterdam ad Amsterdam in barca: il video in timelapse è spettacolare

Tromba d'aria a Isola Capo Rizzuto, danni e famiglie sfollate

Perché non fare colazione  è un errore (non solo  per i ragazzi) e come farla  

Perché accarezzare gli animali ci fa bene (anche quando la «relazione»  si interrompe)

Eredità, dispetti (e l’amico Clinton): scoppia la faida per  i 600 milioni dei Rothschild

La star Nba Dwyane Wade e l’ex moglie Siohvaughn Funches: scontro legale sulla figlia transgender

Maremoto a Stromboli, un’onda anomala di un metro e mezzo fa scattare l’allarme sull’isola

Morto Dominique Lapierre, l’autore de «La città della gioia»

Florida: mostra il distintivo a un agente per evitare una multa, sospesa la capa della polizia

Jury Chechi: «L’allenamento calistenico è il mio segreto contro il decadimento, temo di invecchiare»

«Sono sola da due anni: arriverà mai la persona in grado di stravolgermi la vita?»

Perché Djokovic, lucido e freddo ha conquistato anche gli italiani

I cantanti del Festival di Sanremo 2023, dagli Articolo 31 e Paola e Chiara a Ultimo e Mengoni: chi sono

Fagnani (che va a Sanremo), Jovanotti, Amadeus, De Filippi: «Viva Rai2!» di Fiorello sembra una prima serata

Stefano Bollani compie 50 anni: ha iniziato a suonare quando ne aveva 6, la lettera a Carosone, 8 segreti

Rudy Zerbi, 4 figli da 3 donne diverse e la scoperta a 30 anni del suo padre naturale (Davide Mengacci)

Il migliore panettone d’Italia 2022 è di Sal De Riso

Francesca Cipriani ha sposato l’arredatore Alessandro Rossi. Ma Signorini ha dato buca come testimone

Enogastronomia tra tecnologia e tradizione: chef Berton e Cristina Nonino nel podcast «Tech.Emotion»

Santo Versace: «Ero morto insieme a Gianni. Mia moglie Francesca mi ha salvato»

«Regala una speranza anche agli animali»: l’iniziativa di Leidaa per i nostri amici abbandonati

“Il sorpasso”, il capolavoro di Dino Risi con Vittorio Gassman compie 60 anni

I giovani applaudono Boris Godunov«La cultura non va mai censurata»

«House of Gucci», la moda vista tra stereotipi e soap opera

Chilly Gonzales, il pianista-rapper che fa concerti in vestaglia e pantofole

Steven Spielberg: «Tutto su di noi». Dietro “The Fabelmans” una famiglia di artisti

Il mondo le vuole (e ci vuole tutte) magre e senza età

Gruber: «Giorgia Meloni orgogliosa della sua manovra. Noi che lei abbia capito l’Europa»

La prima della Scala. Riccardo Chailly: «Portiamo in scena la vertigine del potere ma Putin non c’entra»

Regione Sicilia, scontro in Forza Italia. Miccichè a Falcone: «Imbroglione». Schifani: «Momenti imbarazzanti»

Giorgia Meloni: «Meraki è la nostra parola d’ordine». Cosa significa

Schifani (FI): «Attenti all’autonomia. Zaia? Io sono vicino a Emiliano e De Luca»

Il sondaggio: Fratelli d’Italia sale al 31,4%, Lega al 7,3%. M5S supera il Pd, il Terzo polo raggiunge Forza Italia

Addio, Iowa: i democratici votano per cominciare le primarie dal South Carolina

Snowden giura fedeltà a Mosca e ottiene il passaporto russo

Demolita la casa di Elnaz Rekabi, l’atleta iraniana di arrampicata che aveva gareggiato senza velo a Seul

William vede Biden e lo ringrazia per esser volato a Londra per la regina

Perché Sterling non ha giocato Inghilterra-Senegal: rapina a mano armata nella sua casa nel Surrey

Adriano, divorzio dopo 24 giorni per vedere il Brasile al Mondiale (e 2 notti lontano da Micaela)

Julian Alvarez, Spiderman, il Kangoo, la fidanzata insegnante: chi è la nuova stella argentina

Ronaldo, in Portogallo i tifosi lo scaricano: meglio in panchina

«Dieta invertita»: ecco il segreto del fisico asciutto del calciatore Robert Lewandowski

Insulti al ristorante a una coppia che chiede di cambiar tavolo per allontanarsi da un bambino che piange

Franco Berrino: «Ecco i cibi vegetali che modificano in meglio il nostro DNA»

Pasticcerie Gambero Rosso 2023: quali sono le migliori d’Italia

Mattarella: «Volontariato risorsa preziosa per le istituzioni»

A tavola con 3mila bambini: così il pasto sicuro dà valore alla scuola

Dal recupero dell’ex manicomio al centro servizi per fragili: è tempo di rilancio del sociale

Ma che freddo fa? Tra cibo, creme e abbigliamento: ecco come difendersi

Alle medie in Puglia si insegna la lingua dei segni. A tutti

Valditara: «Un’ora alla settimana di orientamento». A scuola un orario colabrodo

Scuola, iscrizioni 2023-24 al via il 9 gennaio. Cosa c’è da sapere

Eduscopio 2022, la classifica delle scuole superiori. Da Milano a Roma, da Torino a Napoli

Perché l’allenamento ad alta intensità fa passare la fame

Morta Bianchina, il cane mascotte del centro storico a Mazara del Vallo: le verrà dedicato il rifugio sanitario

Alla scoperta dei cavalli del parco dell’Aveto, tra gli ultimi «selvaggi» d’Italia

Il commercio illegale di tigri non conosce ostacoli: oltre 150 esemplari catturati e venduti ogni anno

Più gatti, più belli: la nuova vita di Rosanna Lambertucci. «Mi sono innamorata dei felini, ora aiuto i più sfortunati»

Lancia Ypsilon diventa un crossover: elettrica e a benzina, tutto quello che sappiamo sul nuovo modello

Car of the Year 2023, ecco le sette finaliste come auto dell’anno: c’è anche la Jeep Avenger

Lamborghini Huracán Sterrato, tutte le novità della supercar per strada e fuoristrada

Toyota Coupé «travestita» da Ferrari fermata dalla Guardia di Finanza. Denunciato il proprietario. Il video

Classifica di Qualità de «la Lettura», Paolo Giordano è il re del 2022

Un secolo fa l’Istituto di cultura. Il primato italiano di Praga

Cinema, romanzi, mistero: a Milano è «Noir in Festival»

Le «regole» del pianista Campanella. Il focus nell’App de «la Lettura» (e la Classifica di Qualità)

Pagamenti a rate: una scelta sempre più diffusa che nasconde alcune insidie

Pannelli fotovoltaici: incentivi, agevolazioni fiscali e costi (imprevisti)

Investire nel 2023: torna il rendimento sui bond, azioni in rialzo solo a fine anno

newsletter
Azienda

Email

il risultato di 6 + 4 in lettere *


area riservata
Dove Siamo

Altamura (BA) 70022 Via Cufra, 45/D
tel. 080.3149359
cell. 3476284777
fax 080.2143453

Tricarico (MT) 75019 Via Aldo Moro n. 4
tel. 0835.724111
info@securproject.net
P.IVA 06823550725

privacy policy e cookies

Accreditamenti


Certificazione

Crediti

web site by 01Rabbit
design by Michele Cignarale